Giacomo Demarchi

Stampa

 

Giacomo Demarchi è nato a Torino il 25 gennaio 1983. Ha ottenuto la laurea triennale in Scienze Storiche nel 2005 e la laurea magistrale in Storia e documentazione storica nel 2007, entrambe presso la Università degli studi di Milano - Statale, con massima valutazione e lode. Borsista a partire dal 2008 nel Dottorato inStoria e comparazione delle istituzioni politiche e giuridiche europeedell'Università di Messina, sviluppasotto la direzione dei professori Livio Antonielli (Uni. MIlano) e Fernando Martínez Pérez (Uni. Autónoma de Madrid), una tesi di dottorato dal titolo “Costituzione, provincia e territorio nella seconda Repubblica spagnola: una prospettiva comparata”, di cui ha esposto i risultati nel Seminario Permanente “Nuevos Horizontes de la Historia del Derecho” (noviembre 2011) presso la UAM.

Letta e valutata la tesi il 16 de marzo del 2012 all'interno di un accordo di cotutela con la UAM, gli è stato riconosciuto il titolo italiano di dottore di ricercacon la qualifica di Doctor Europaeus ed il titolo spagnolo di Doctor en Derecho con la valutazione di Apto cum Laude. Borsista della Studiumwoche presso l'ISIGdi Trento nel 2005, negli anni del dottorato ha sviluppato la sua ricerca in varie istituzioni spagnole e tedesche, fra le quali: Archivo y Biblioteca del Congreso de los Diputados, La Biblioteca Nacional, l'Ateneo y el Archivo del Ministerio de Asuntos Exteriores y Cooperación en Madrid; l'Archivo General de la Administración en Alcalá de Henares; il Centro documental de la Memoria Histórica en Salamanca; il Max Plank Institut für Europäische Rechtsgeschichte en Frankfurt am Main e l'Instituto Ibero-Americano di Berlino.

Da luglio 2012 a dicembre 2013 è stato assegnista di ricerca (tipo b) presso il Dipartimento di Studi Storici, sotto la direzione del prof. Livio Antonielli con il programma di ricerca “L'Europa quale laboratorio costituzionale tra le due Guerre Mondiali: il ruolo del mondo accademico lombardo”, su finanziamento della Fondazione Cariplo. A partire dall’agosto del 2014 è assegnista di ricerca (tipo a) sempre presso l’ateneo milanese, con il progetto di ricerca “Un punto de encuentro de la circulación jurídica española y europea: El Boletín analítico de los principales documentos parlamentarios extranjeros y sus referentes culturales (1910-1936)”, presso la cattedra di Storia Costituzionale del prof. Antonielli.

Socio dal 2014 della Società per gli studi della storia delle Istituzioni, è fra i membri fondatori e del comitato scientifico di MaTriX. Laboratorio di Storia, Sociologia e Scienza delle Istituzioni.

Attualmente parte del gruppo di lavoro del progetto di ricerca spagnolo DER2014-56291-C3-1-P:"Tradición y constitución: problemas constituyentes de la España contemporánea" (HICOES VI), i suoi interessi di ricerca si sono concentrati sulla storia costituzionale comparata dell’Europa fra le due guerre mondiali, con particolare attenzione alle problematiche territoriali e di formazione del giurista nei contesti spagnolo, tedesco e italiano.

 

PUBBLICAZIONI

Libri e Capitoli di Libri

Provincia y Territorio en la Constituyente española de 1931 - Las raíces europeas del Estado integral,  Madrid, Universidad Carlos III – Editorial Dykinson, 2016, ISBN: 9788490857854, http://www.doabooks.org/doab?func=search&query=rid:18995

“Le burocrazie costituenti - Tecnici del diritto e circolazione giuridica fra le due guerre mondiali”, in  D. Zardin (coord.), Lombardia e Europa - Incroci di storia e cultura, Milano, Vita e Pensiero, 2014, ISBN: 9788834326565, pp.373-392.

Articoli in riviste scientifiche

"L'Archivo General de Administración e l'Archivo Renovado del Ministerio de Asuntos Exteriores y Cooperación: la soluzione di un Affaire?", "Spagna contemporanea", Alessandria, Edizioni dell'Orso, ISSN 1121-7480, 2015 - n. 47, pp.119-129.

“Autonomia e costruzione del territorio: il caso spagnolo fra conservatorismo, autoritarismo e democrazia (1898-1931)", "Quaderni Fiorentini" - Per la storia del pensiero giuridico moderno, Milano,Giuffrè, ISSN 0392-1867, n. 43 – 2014, Tomo I, pp. 229 – 249.

Contributi in Atti di convegni

“Modelli femminili e dibattito giuridico nella società spagnola fra le due guerre mondiali: uno stato della questione", in M. Minesso (a cura di), Welfare donne e giovani in Italia e in Europa nei secoli XIX-XX, Milano, Franco Angeli, 2015, ISBN: 9788891727329, pp. 137-145.

"Il funzionario pubblico nella Spagna fra Otto e Novecento. Logiche corporative e istituzionali fra tecnica e politica (1898 - 1936)", in G. Ambrosino; . De Nardi (a cura di), MaTriX - Proposte per un approccio interdisciplinare allo studio delle istituzioni, Verona, Quiedit, 2015, ISBN: 9788864643205, pp. 297-315.

"El Estado Integral y sus fuentes: una lectura comparada"; in J.C. Colomer Rubio, J. Esteve Martí, M. Ibáñez Domingo (ed.), Ayer y hoy. Debates, historiografía y didáctica de la Historia, Valencia, Asociación de Historia Contemporánea - Universitat de València, 2015, ISBN: 9788460658740, DOI: 10.7203/10550.42836, pp. 108-113.

"Técnica, inamovilidad, incompatibilidad: el concepto del funcionario público y su fundamentación en la España de Entreguerras", in Proceedings of the 16th International Conference on the History of Concepts, Bilbao, Universidad de Bilbao, 2013, Pubblicazione digitale con DOI: http://dx.doi.org/10.1387/conf.hcg2013.2, pp. 274 - 280.

“Técnicos parlamentarios y Cortes Constituyentes: Miguel Cuevas y Cuevas en la forja del constitucionalismo de la Segunda República Española”, in Diana Repeto García(coord.) - Las Cortes de Cádiz y la Historia Parlamentaria, Cádiz, Servicio de publicaciones de la Universidad, 2012, ISBN 9788-98283884, pp.629 – 638.