Produzione di massa e attività multinazionale della FIAT in Spagna. La SEAT (1950-1970)

Autori

  • Andrea Tappi

Parole chiave:

Industria automobilistica, FIAT, Fordismo, Franchismo, Lavoro, SEAT

Abstract

Produzione di massa e attività multinazionale della FIAT in Spagna. La SEAT (1950-1970)

Attraverso l’analisi della SEAT, la più importante industria automobilistica spagnola, l’articolo offre alcune chiavi di lettura per comprendere le problematiche connesse al trasferimento in Spagna di criteri di organizzazione del Lavoro tipici del fordismo nel periodo 1950-1970. In un quadro caratterizzato dalla mancanza di un sindacato libero e dalla protezione del settore — condizioni entrambe attribuibili al Franchismo —, la produzione di massa e la motorizzazione del paese furono possibili grazie alla totale dipendenza tecnologica dalla FIAT e al minor costo del lavoro rispetto all’Italia.

Ricevuto:  11-11-2005

Biografia autore

Andrea Tappi

Andrea Tappi, nato a Roma, ha conseguito nel 2003 il Dottorato di ricerca in Scienze storiche dal Medioevo all’età contemporanea presso l’Università degli Studi di Perugia, XVI ciclo, con la tesi Fordismo e franchismo: organizzazione del lavoro e relazioni industriali in una grande impresa automobilistica spagnola. La Seat (1950-1980). Ha pubblicato numerosi articoli sull’industria automobilistica, sui rapporti di classe e sul sindacato in Spagna durante il franchismo

Pubblicato

2006-12-21

Come citare

[1]
A. Tappi, «Produzione di massa e attività multinazionale della FIAT in Spagna. La SEAT (1950-1970)», Spagna Contempomporanea, n. 30, pagg. 93-111, dic. 2006.