Il falangista “rivoluzionario”. Tre momenti nell’ itinerario politico di Dionisio Ridruejo

Autori

  • Francisco Morente Università Autonoma di Barcellona

Parole chiave:

fascismo, falangismo, franchismo, antifranchismo, intellettuali, propaganda

Abstract

Dionisio Ridruejo entrò nella Falange durante la Seconda Repubblica. Vicino a Serrano Suñer, divenne uno dei responsabili della costruzione del regime franchista, ma al ritorno dal fronte russo, dove aveva combattuto con la División Azul, fu mandato al confino. Lungi dall’essere un antifranchista già negli anni Quaranta, come sostiene una buona parte della storiografia, Ridruejo era il difensore di una svolta totalitaria del regime franchista. Negli anni Sessanta, sempre più critico con Franco, si avvicinò all’opposizione al regime.

Biografia autore

Francisco Morente, Università Autonoma di Barcellona

Francisco Morente Valero è Professore associato di Storia Contemporanea presso l’Università Autonoma di Barcellona. È direttore del Grup d’Estudis sobre República i Democràcia (GERD) e membro del Seminario Interuniversitario de Investigadores del Fascismo (SIdIF). Tra i suoi ultimi saggi ricordiamo Dionisio Ridruejo. Del fascismo al antifranquismo, Madrid, Síntesis, 2006 e, con Javier Rodrigo, Tierras de nadie. La Primera Guerra Mundial y sus consecuencias, Granada, Comares, 2014.

Pubblicato

2015-12-30

Come citare

[1]
F. Morente, «Il falangista “rivoluzionario”. Tre momenti nell’ itinerario politico di Dionisio Ridruejo», Spagna Contempomporanea, n. 48, pagg. 59-80, dic. 2015.