«Gli occhi sono puntati con ammirazione e speranza verso la CNT». Gli anarcosindacalisti della Repubblica di Weimar e la Spagna (1921-1933)

Autori

  • David Bernardini Università degli Studi di Milano

Parole chiave:

Weimar, Spagna fra le due guerre mondiali, Anarchismo, Sindacalismo

Abstract

L’articolo intende delineare lo speciale ruolo giocato dal riferimento all’anarchismo spagnolo nell’analisi e nella pubblicistica dell’anarcosindacalista FAUD(AS), la principale organizzazione anarchica tedesca nella Repubblica di Weimar, attraverso i suoi giornali e le carte custodite presso il Bundesarchiv di Berlino. Si tratta di un insieme di vicende che costituiscono per certi versi la “preistoria” dell’impegno degli anarcosindacalisti tedeschi nel corso della Guerra civile spagnola e di un’esperienza come quella del Gruppe Deutsche Anarcho-Syndikalisten (DAS), fondato da esuli a Barcellona nel 1934.

Ricevuto: 08-11-2019

Approvato: 15-12-2019

Biografia autore

David Bernardini, Università degli Studi di Milano

David Bernardini ha conseguito il PhD in Storia dell’Europa presso l’Università degli Studi di Teramo. I suoi studi si concentrano prevalentemente su diversi aspetti della storia politica della Germania tra le due guerre mondiali. Oltre a vari saggi e recensioni comparsi su diverse riviste storiografiche, ha pubblicato uno studio dedicato alla figura dell’anarchico Rudolf Rocker e un lavoro sul nazionalbolscevismo nella Repubblica di Weimar. È docente a contratto presso il Dipartimento di Studi storici dell’Università degli Studi di Milano e fa parte della redazione della "Rivista storica del socialismo"

Pubblicato

2019-12-27

Come citare

[1]
D. Bernardini, «“Gli occhi sono puntati con ammirazione e speranza verso la CNT”. Gli anarcosindacalisti della Repubblica di Weimar e la Spagna (1921-1933)», Spagna Contempomporanea, n. 56, pagg. 101-127, dic. 2019.