ItalianoEspañolEnglish

Il Mio Dono

 Sostieni
Spagna contemporanea

con una donazione
attraverso la rete della solidarietà

Il Mio Dono

Basta un clic per donare online

il mio dono

5 x1000

Agli amici di
Spagna contemporanea.
Per sostenere la rivista devolvi il tuo

5x1000

2017

inserendo il codice fiscale

80103950012

nel modello Cud o 730 o Unico nella
casella “sostegno del volontariato,
delle onlus, delle associazioni di
promozione sociale e di altre
fondazioni e associazioni”.

GRAZIE!!

Ultimo numero

cover SC 51 solo cop

Ultima pubblicazione

Voci

 

Photogallery_Modena2

 
 
 

Video ASHPS3

 
 

Presentazione

 

 Spagna contemporanea

aRivista semestrale di storia, cultura e istituzioni

diretta da Alfonso Botti e Claudio Venza

Classe A
Peer Review
Codice etico

 

“Spagna contemporanea”, diretta da Alfonso Botti e Claudio Venza, è nata nel 1992 per iniziativa congiunta di un gruppo di studiosi della storia e della cultura spagnola dei sec. XIX e XX e dell’Istituto di studi storici Gaetano Salvemini di Torino. Dal 2005 ha formalizzato la pratica di peer review già adottata negli anni precedenti.

“Spagna contemporanea” si pone come una rivista-ponte capace di suscitare l’interesse e di trovare interlocutori in vari ambiti, accademici, disciplinari e geografici. Anzitutto e ovviamente in quello della ricerca ispanistica che sul piano storiografico, in Italia, non è mai fuoriuscita dalla rapsodicità di pur pregevoli contributi. Da questo punto di vista essa si è posta, quasi naturalmente, come sede di animazione, coordinamento e possibile approdo di quanto nell’ambito della contemporaneistica italiana guarda alla Spagna come oggetto di ricerca storiografica.

In secondo luogo, si è rivolta al mondo dell’ispanismo letterario italiano che, al di là delle frammentazioni disciplinari, ritiene che dai processi storici non si possa in alcun caso prescindere per la comprensione di una cultura e di una civiltà.

In terzo luogo Spagna contemporanea si è candidata a diventare interlocutrice e punto di riferimento delle giovani generazioni di ricercatori spagnoli che guardano con interesse alla storiografia italiana e alle relazioni italo-spagnole.

È dunque una rivista che adotta, per implicito che sia, l’approccio comparatista nel porre in relazione, più che singoli episodi, i processi storici dei due paesi, contribuendo all’incremento delle relazioni scientifiche e culturali e al consolidamento dei tentativi che, con convegni e pubblicazioni, hanno segnato punti importanti negli ultimi anni.

 fascetta 25anni spagna cont. 3


 

 NEW

 


Segnalazioni

CarocciMarcella Aglietti, In nome della neutralità. Storia politico-istituzionale della Spagna durante la Prima guerra mondiale, Carocci, Roma 2017

La Spagna non fu estranea alla Grande Guerra, al contrario il conflitto ebbe una straordinaria influenza sulla vita istituzionale del paese, causando profonde trasformazioni. Grazie a numerose fonti inedite, il volume mette in luce quanto fu difficile per uno Stato neutrale salvaguardare la sovranità nazionale dalle violazioni dei belligeranti, così come mantenere il controllo sul “fronte interno”, fino a dover ricorrere a misure d’emergenza, imbavagliando le Cortes e sospendendo libertà e diritti. Dal canto loro, i parlamentari rivendicarono con orgoglio un ruolo deliberativo e di rappresentanza. Tra riforme e interventi repressivi, appelli al patriottismo parlamentare e Governi di «concentrazione nazionale», le istituzioni spagnole si dibatterono nella vana ricerca di regole capaci di dare significato a una neutralità divenuta strumentale, impotente e inadeguata di fronte a un conflitto senza precedenti che travolse tutte le certezze del passato.

 

 


 Le arterie e il sangue della Democrazia 

 

locandina 3 novembre def.-001

 

Venerdì 3 novembre 2017, nella Sala Malliani in Via Festa del Perdono 7 si terrà la Giornata internazionale di Studi Le arterie e il sangue della Democrazia. Teoria, pratica e linguaggio costituzionale fra Italia e Spagna (1931-1948-1978), organizzato da Livio Antonielli e Giacomo Demarchi.

Intervengono: Vittorio Angiolini, Francesco Bonini, Miryam Iacometti, Sebastián Martín Martín, Manuel Martínez Neira, Irene Spigno

Partecipano: Antonino De Francesco.

 

 

 

  


Presentazione Provincia y Territorio en la Constituyente española de 1931 - Las raíces europeas del Estado integral 

presentazione libro demarchi2

 

Venerdì 3 novembre 2017 alle ore 18:00 in Sala Malliani, nell’ambito della Giornata internazionale di Studi Le arterie e il sangue della Democrazia verrà presentata la monografia di G. Demarchi Provincia y Territorio en la Constituyente española de 1931 - Las raíces europeas del Estado integral, Madrid, Editorial Dykinson - Universidad Carlos III de Madrid, 2016

Intervengono:

S. MARTÍN MARTIN - Universidad de Sevilla

M. MARTÍNEZ NEIRA - Universidad Carlos III de Madrid

L. TEDOLDI - Università di Verona

Coordina:

L. ANTONIELLI - Università di Milano

 

 


 

E' uscito il numero 51/2017, a. XXVI

cover SC 51 solo cop

 


 

  

Spanish

 


 

FascismiMercoledì 7 giugno, ore 10,30-12,30 

Dipartimento di Scienze Politiche della Luiss Guido Carli di Roma
Viale Romania 32, Roma, Aula 411

NUOVI APPROCCI STORIOGRAFICI ALLO STUDIO DEI FASCISMI

Interventi

Loreto Di Nucci, Università degli Studi di Perugia - Il fascismo e l'"andare verso il popolo"

Miguel Angel Ruiz Carnicer, Universidad de Zaragoza - El franquismo, un regimen posfascista?

Alfonso Botti, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia - Ultimi spunti interpretativi sul franchismo

Moderatore
Maria Elena Cavallaro, IMT Lucca

 


 

Presentazione del n. 50 di Spagna contemporanea: "La questione catalana" all'Università Autonoma di Barcellona, 19 maggio 2017, con Alfonso Botti, Steven Forti, Pere Ysàs.

SpCont50 2

 

 


   

IN  LIBRERIA
 
 
 

Javier Muñoz Soro, Emanuele Treglia (eds), La España franquista y sus relaciones con Italia (1945-1975), Editorial Comares, Granada 2017