Steven Forti

Dottoratosi in Storia presso l’Universitat Autònoma de Barcelona e l'Università di Bologna (2011), Steven Forti è attualmente ricercatore presso l’Instituto de Historia Contemporánea (IHC) dell'Università NOVA di Lisbona.

Le ricerche di Forti sono orientate alla storia politica e al pensiero politico del XX e XXI secolo, con particolare attenzione all'Europa nel periodo tra le due guerre, dal punto di vista della storia comparata e dell'analisi biografica.

Membro della redazione di Spagna Contemporanea, Forti collabora con diverse riviste di storia contemporanea in Italia e Spagna e diversi giornali e riviste, con contributi sulla situazione politica e culturale in Europa. Negli ultimi dieci anni, Forti ha preso parte a più di sessanta conferenze e seminari scientifici in Spagna, Italia, Portogallo, Francia, Cuba, Serbia, Grecia e Stati Uniti, e ha tenuto numerose conferenze.

Membro del Centre d’Estudis sobre les Èpoques Franquista i Democràtica; el Seminario Interuniversitario de Investigadores del Fascismo; la European Network on Theory and Practice of Biography (ENTPB) y la Rede Internacional de Estudo do Corporativismo e da Organização de Interesses (NETCOR), i suoi ultimi libri sono El peso de la nación. Nicola Bombacci, Paul Marion y Óscar Pérez Solís en la Europa de entreguerras (USC, 2014); El proceso separatista en Cataluña. Análisis de un pasado reciente (2006-2017) (con Arnau Gonzàlez i Vilalta ed Enric Ucelay-Da Cal (Eds.), Comares, 2017) e Patriotas indignados. Sobre la nueva ultraderecha en la Posguerra Fría (con Francisco Veiga, Carlos González Villa e Alfredo Sasso, Alianza, 2019).