El sitio del Alcázar de Toledo en la historiografía (pro)franquista: un mito construido entre crónica y leyenda

Autori

  • Daniela Aronica Universidad de Barcelona

Parole chiave:

Storiografia XX secolo, Guerra civile spagnola, Franchismo, Memoria collettiva, Ispanicità

Abstract

L'assedio dell'Alcázar di Toledo nella storiografia (pro) franchista: un mito costruito tra cronaca e leggenda

Il mito dell'assedio dell'Alcázar di Toledo, per come è stato plasmato dalla storiografia (pro) franchista dalle prime cronache ai giorni nostri, affonda le sue radici in una lunga tradizione che risale a Numancia ed è affermata durante i secoli come un archetipo strettamente legato alla memoria collettiva della società spagnola. Perció Franco orientò presto la sua costruzione - in un senso autoritario e ambiguo - verso quei segmenti della popolazione sensibili a quegli slogan con i quali era stato giustificato anche il colpo di stato militare, ottenendo così il consenso necessario per il suo progressivo consolidamento del potere come leader del nuovo stato.

Biografia autore

Daniela Aronica, Universidad de Barcelona

Daniela Aronica è giornalista, redattrice e docente presso l’Università di Barcellona. Lavora come project manager culturale in Spagna e dirige il Centro di Studi sul Cinema Italiano (Barcellona). Tra le sue pubblicazioni, Pedro Almodóvar (2007), El neorrealismo italiano (2004), La Guerra Civil Española en
la propaganda fascista. Noticiarios y documentales italianos 1936-1943 (2017) e, come autrice, El Quijote secondo Scaparro tra melanconia, solitudini e carnevale (2014). Nel 2006 ha ricevuto l’Onorificenza al Merito della Repubblica Italiana con il grado di Cavaliere.

Pubblicato

2017-12-29

Come citare

[1]
D. Aronica, «El sitio del Alcázar de Toledo en la historiografía (pro)franquista: un mito construido entre crónica y leyenda», Spagna Contempomporanea, n. 52, pagg. 91-105, dic. 2017.